ELEZIONI EUROPEE 2024 - 8 E 9 GIUGNO

ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI ALL’ITALIA DA PARTE DEI CITTADINI DELL’UNIONE EUROPEA RESIDENTI IN ITALIA.

  • Data: 18.02.24
ELEZIONI EUROPEE 2024 - 8 E 9 GIUGNO

Dettagli della notizia

Sabato 8 e domenica 9 giugno si voterà per eleggere i Membri del Parlamento Europeo.

INFORMAZIONI UTILI AL VOTO

CERTIFICATI DI ISCRIZIONE NELLE LISTE ELETTORALI E DI GODIMENTO DEI DIRITTI POLITICI

Il certificato di godimento dei diritti politici e il certificato di iscrizione nelle liste elettorali possono essere richiesti e scaricati on line anche in forma contestuale accedendo con SPID, CIE, CNS o eiDAS al sito ANPR per i servizi al cittadino (area Certificati). I certificati per uso elettorale sono in esenzione. I certificati elettorali possono essere richiesti solo per il soggetto che accede identificandosi, non per i componenti del proprio nucleo familiare anagrafico.

VOTO PER I CITTADINI ITALIANI RESIDENTI ALL’ESTERO O TEMPORANEAMENTE ALL’ESTERO

Sei un cittadino italiano che vive in un Paese membro dell’Unione Europea?

I cittadini italiani permanentemente residenti in un Paese UE e iscritti all’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) che non abbiano optato per il voto a favore dei candidati locali (facendone apposita istanza alle autorità locali entro i termini stabiliti), saranno ammessi al voto per i rappresentanti italiani presso le sezioni elettorali istituite dagli uffici consolari, senza necessità di presentare alcuna dichiarazione.

In questo caso riceveranno a casa, da parte del Ministero dell'Interno italiano, il certificato elettorale con l’indicazione della sezione presso la quale votare, della data e dell’orario delle votazioni. In caso di mancata ricezione entro il 5° giorno antecedente quello delle votazioni, gli interessati potranno contattare personalmente l’Ufficio consolare competente per verificare la propria posizione ed eventualmente richiedere il certificato sostitutivo per l’ammissione al voto.

Anche coloro che si trovino temporaneamente in un Paese membro dell’Unione Europea per motivi di studio o di lavoro, nonché i familiari conviventi, possono votare per i rappresentanti italiani, presentando entro il 21 marzo 2024 all'Ufficio consolare competente apposita domanda diretta al sindaco del comune nelle cui liste elettorali sono iscritti. Anche in questo caso voteranno presso le sezioni elettorali istituite dagli uffici consolari e riceveranno a casa, da parte del Ministero dell'Interno italiano, il certificato elettorale con l’indicazione della sezione presso la quale votare, della data e dell’orario delle votazioni. In caso di mancata ricezione entro il 5° giorno antecedente quello delle votazioni, gli interessati potranno sempre contattare personalmente l’Ufficio consolare competente per verificare la propria posizione ed eventualmente richiedere il certificato sostitutivo per l’ammissione al voto.

I cittadini italiani permanentemente residenti in un Paese UE e iscritti all’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) o temporaneamente all’estero per motivi di studio o lavoro (che abbiano presentato domanda di voto all’estero nei termini previsti), se rientrano in Italia e desiderano votare in Italia devono presentare apposita domanda al Sindaco del Comune italiano nelle cui liste elettorali sono iscritti, entro e non oltre il giorno precedente le elezioni in Italia (che si terranno l’8 e il 9 giugno 2024).

La domanda firmata in originale e con fotocopia di documento d'identità del sottoscrittore (ai sensi dell’Art. 45 del D.P.R. 445/2000) dovrà pervenire al Comune (entro il giorno precedente le consultazioni).

È penalmente sanzionato il doppio voto:
chi vota per i candidati al Parlamento Europeo per il Paese di residenza non potrà votare anche per quelli italiani, e viceversa;
chi vota per i candidati italiani presso le sezioni elettorali istituite all’estero dagli Uffici diplomatico-consolari non potrà farlo anche presso le sezioni elettorali in Italia, e viceversa.

Nessuno può votare più di una volta nel corso delle stesse elezioni:
gli elettori in possesso di più cittadinanze di Paesi membri dell’Unione Europea possono esercitare il loro diritto di voto per i candidati di uno solo degli Stati di cui sono cittadini.

Sei un cittadino italiano residente in un Paese non membro dell’Unione Europea?

I cittadini italiani residenti nei Paesi non membri dell’Unione Europea possono votare per i rappresentanti italiani al Parlamento Europeo presso il Comune di iscrizione elettorale in Italia. A tal fine, entro il ventesimo giorno successivo a quello della pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi elettorali, riceveranno dal Comune di iscrizione alle liste elettorali apposita cartolina avviso.

Ulteriori e più dettagliate informazioni sul sito del Ministero degli Esteri e del Dipartimento per gli Affari Europei

VOTO PER I CITTADINI EUROPEI ABITANTI A LIZZANO

I cittadini di uno stato membro dell’Unione Europea residenti in LIZZANO, in occasione delle ELEZIONI del PARLAMENTO EUROPEO dell’8 e 9 GIUGNO 2024, possono scegliere di votare nel Comune di residenza per i rappresentanti italiani nel Parlamento Europeo. In questo caso chi scegliesse di votare in Italia per i candidati italiani, non potrà votare anche nel proprio paese d'origine per i relativi candidati (divieto del doppio voto).

Per poter votare in Italia, i cittadini dell'Unione Europea dovranno presentare apposita domanda di iscrizione nelle liste elettorali aggiunte utilizzando il modulo ministeriale in formato editabile, con selezione doppia lingua in base allo stato UE di appartenenza e con le specifiche istruzioni.

La domanda dovrà pervenire al Comune entro e non oltre l’11 marzo 2024. Le domande ricevute in Comune oltre tale data non potranno essere accolte.

La domanda firmata in originale e con fotocopia di documento d'identità del sottoscrittore (ai sensi dell’Art. 45 del D.P.R. 445/2000) dovrà pervenire al Comune di LIZZANO.
Se la consegna avviene allo sportello dall’interessato che firma di fronte all’ufficiale ricevente, non è necessaria la copia della carta d’identità.

Gli Uffici comunali comunicheranno tempestivamente l’esito della domanda; in caso di accoglimento, gli interessati riceveranno la tessera elettorale con l’indicazione del seggio ove potranno recarsi a votare.

L'iscrizione nelle liste elettorali aggiunte per le Elezioni del Parlamento Europeo ha carattere permanente, ad eccezione dei casi di cancellazione a norma di legge, per cui chi si fosse già iscritto in occasione di precedenti elezioni europee non dovrà più presentare domanda.

DISCIPLINA SPERIMENTALE PER IL VOTO DA PARTE DEGLI STUDENTI FUORI SEDE IN OCCASIONE DELLE ELEZIONI EUROPEE DEL 2024

In occasione delle prossime elezioni dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia che si terranno l’8 e il 9 giugno 2024, gli elettori e le elettrici che per motivi di studio sono temporaneamente domiciliati per un periodo di almeno tre mesi in un comune situato in una regione diversa da quella di residenza, possono esercitare il diritto di voto anche “fuori sede”.

Se il comune di domicilio appartiene alla medesima circoscrizione elettorale (Meridionale) gli elettori e le elettrici fuori sede potranno votare direttamente nel comune di domicilio temporaneo.

Se il comune di domicilio appartiene a una circoscrizione elettorale diversa da quella di appartenenza, gli elettori e le elettrici fuori sede potranno votare nel comune capoluogo della regione in cui si trova il comune di domicilio temporaneo.

La domanda per esercitare il diritto di voto fuori sede potrà essere presentata all’ufficio elettorale comunale (personalmente, via mail o PEC oppure tramite persona delegata) entro il 5 maggio 2024, allegando la copia di un documento di riconoscimento in corso di validità, la copia della tessera elettorale e la certificazione attestante l’iscrizione presso un’istituzione scolastica universitaria o formativa.

Il comune di domicilio o il comune capoluogo di regione trasmetterà agli elettori e alle elettrici richiedenti, entro il 4 giugno 2024, un’attestazione di ammissione al voto fuori sede con l’indicazione del numero e della sezione presso cui votare.

Il voto fuori sede è previsto esclusivamente per le elezioni europee.

Media

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Commenta la seguente affermazione: "ho trovato utile, completa e corretta l'informazione."
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO

Il presente modulo utilizza i cookies di Google reCaptcha per migliorare l'esperienza di navigazione. Disabilitando i cookie di profilazione del portale, il form potrebbe non funzionare correttamente.

X
Torna su